Bruno Mandalari – Il fuoco della ragione

Collana Art’Aljon
pp. 220, Euro 19,00
ISBN 978-88-96313-35-0

Il fuoco della ragione di Bruno Mandalari

«… In media res, l’impressione che subito colgo dal libro, lo dico senza giri di paro- le, è che il complesso di tematiche affron- tate da Mandalari, si risolva, sia pure statu nascenti intorno ad una formula: la specu- lazione medioevale così come consegnata agli scholastici da Boezio e da Agostino va intesa come la ricerca, o meglio l’erme- neutica, del signi cato di un signi cato; il fascino che vuole tributarsi ad una certa restaurazione non può essere visto come ne a se stesso: ne risulterebbe un capi- tolo di frustrazione culturale. Né bisogna utarne per forza il marcio per ribaltare le cose pari pari, assumendole e negandole nel contesto di una rigida teocrazia che si evolve nel lungo tempo tra oscurità e ri- nascimento, consumando se stessa, ed il suo contrario, nelle forme apologetiche di quella identica restaurazione, che si esau- rirebbe in una proposta insensata se fosse esaminata solo attraverso il culto della memoria che si ripete […].»
Giovanni Brandi Cordasco Salmena di San Quirico

«Così nel caso in cui il solo cammino della ragione aprisse alla conoscenza di Dio, il genere umano rimarrebbe nelle sterminate tenebre dell’ignoranza, in quanto la cono- scenza di Dio che crea l’uomo massima- mente buono e perfetto sarebbe condivisa soltanto da pochi e, anche per questi, sol- tanto dopo molto tempo.»
Tommaso d’Aquino, Summa contra Gentiles, I, 4