Pasquale Napolitano – Frammenti del fuoco

pp. 45, Euro 11,00

«Prima o poi tutti incontrano una pratica.
Una pratica è accogliere se stessi al cospetto del mistero.
Iniziare a praticare e commuovere il cielo;
stabilizzarsi nella pratica è una benedizione.
Il più alto livello di pratica è la gratuità.
Arrivare a praticare senza scopo
è scoprire che ovunque vi è pratica.
Quando tutto è pratica,
non esiste altro maestro che il quotidiano.
Il quotidiano e l’ordinario realizzano la più alta magia:
“l’esistenza è uno specchio”.
Se: “ ciò che in alto è il basso”,
ciò che dentro è fuori.»

dalla quarta di copertina

Parole Chiave: