Mariagrazia Scarnecchia (a cura), Lo sguardo della Sibilla

sibilla

newCollana Il Mirto e il Lentisco
pp. 79, Euro 11,00
ISBN 978-88-96313-01-05

Lo sguardo della Sibilla, a cura di Mariagrazia Scarnecchia è il terzo volume della collana di narrativa Il Mirto e il Lentisco di Aljon Editrice.

Ancora una raccolta di scritti di donne. Ancora, quindi, una raccolta che, speriamo, possa emozionare il lettore, e, nello stesso tempo, farlo riflettere.  Come da sempre sanno fare le donne.
Non sono tutte scrittrici, queste donne – alcune sono infatti al loro esordio narrativo – ma hanno in comune una grande passione per l’arte in generale, e per la lettura in particolare. Da qui, probabilmente, pur non conoscendosi tra loro, deriva il condiviso desiderio di raccontare il mondo in cui vivono. E riescono a trovare le giuste parole giuste per farlo.
A questo punto dovrei parlare dei singoli contributi, ma  non vorrei darne una mia visione che possa influenzare in qualche modo la lettura; posso quindi solo invitare a leggerli e a farlo con libertà, curiosità e interesse.
I temi dei racconti sono volutamente vari, così come lo sono i protagonisti, e così come lo è, in effetti, la vita.
C’è però un filo rosso che li lega, e di questo, il lettore, si accorgerà già dalle prime pagine. E questo sottile filo non è tanto letterario – diverso è, in effetti, lo stile narrativo –  quanto “culturale”.

Mariagrazia Scarnecchia, dall’introduzione
Indice
Anna Maria Farabbi, Il paesaggio tra il cuore e i polmoni
Sara Moricone, Il tempo e l’amore
Claudia Russo, L’isola
Caterina De Nardi, Binari
Marisol Vazquez, L’incontro
Rosa De Franco, I colori della memoria
Maria Rosato, Le età di Marta
Marisa Provenzano, Oltre l’Oceano…
Cristina Montalto, L’insostenibile pienezza dell’assenza
Mariagrazia Scarnecchia, Adesso sì