Bonifacio Vincenzi (a cura di), Paesaggi

paesaggiCollana Pluralia
pp. 83, Euro 15,00
ISBN 978-88-96313-09-1
Paesaggi a cura di Bonifacio Vincenzi  è il primo volume della collana Pluralia di Aljon Editrice (foto di copertina di Nicodemo Misiti)

…Ogni collina, ogni pianura, ogni luogo, ogni ombra o luce, ogni degrado o maestosa bellezza diventano qui santuario in cui la natura esprime ciò che ha e ciò che le viene tolto. Ma esprime anche  tutto il sentire del poeta che guardando non può e non vuole allontanarsi da se stesso.
Su queste pagine nessun poeta è posseduto da ciò che guarda; l’io che enuncia, che parla non retrocede, non si disperde nella poesia. È, invece, fortemente dominante con il suo carico completo, spesse volte,  anche di angoscia, di solitudine, di crisi, di tensione. O, nel caso in cui lo stato d’animo del poeta sia sereno, aperto sì alla dimensione dell’incanto, del sogno, della gioia, della bellezza, tuttavia sempre presente a se stesso, sempre vivo, mai disperso.
Nella profonda verità di questo libro ogni ulteriore riflessione sarebbe soltanto speculativa.
Alla lettura, dunque, il compito di svelare  il senso di questi Paesaggi.

Bonifacio Vincenzi, dall’introduzione

Elenco dei poeti inseriti:

Agusto Amabili, Maria Grazia Baldascino, Patrizia Berlicchi, Donatella Bisutti, Roberto Borghetti, Alfredo Bruni, Stefania Buonofiglio, Anna Maria Carpi, Alessandro Carrera, Franco Casadei, Fulvio Castellani, Maria Pina Ciancio, Pino Corbo, Erika Dagnino, Caterina De Nardi, Piero De Vita, Adele Desideri, Anna Maria Farabbi, Mirella Floris, Hafid Gafaïdi, Pierino Gallo, Marco Gatto, Antonietta Guerre, Eulalio Gómez Martínez, Letizia Lanza, Anna Lauria, Angela Lo Passo, Karl Lubomirski, Francesco S. Mangone, Michele Marra, Caterina Misuraca, Marina Pizzi, Ivan Pozzoni, Franco Prantera, Marisa Provenzano, Maria Pia Quintavalla, Stefano Raimondi, Anna Ruchat, Claudia Russo, Francesco Scaramozzino, Emilia Sirangelo, Victoria Surliuga, Rocco Taliano Grasso, Anna Toscano, Adam Vaccaro, Carlos Vitale, Bonifacio Vincenzi.