Roberto Borghetti – Insondabili nodi

borghetti-1

pp. 55, Euro 11,00

…La raccolta presenta più di una volta l’immagine dei treni, della stazione, dei binari, dei bagagli e quindi del viaggio, ma non un viaggio reale, come si sarebbe auspicato un qualunque poeta del ‘700 o dell’ ‘800 (e qui la netta separazione con la crisi dell’uomo contemporaneo), né una fuga nel passato o nell’esotismo, o ancora una semplice metafora della vita, ma un’acerba e cruda immagine dell’impossibilità, del mancato incontro: quasi un opposto dei nodi, i binari non s’incontrano ma vanno paralleli, la stazione è solo sosta, il treno non permette di affacciarsi, senza una partenza e meno che mai un arrivo.

Angela Lo Passo, dalla prefazione